Clamoroso da Madrid: dopo Zidane anche CR7 torna al Real?

12.03.2019 09:49 di Riccardo Fusato   Vedi letture
Fonte: corriere dello sport
© foto di Matteo Gribaudi/Image Sport
Clamoroso da Madrid: dopo Zidane anche CR7 torna al Real?

Aveva lasciato il Real Madrid conscio che senza Cristiano Ronaldo e una vera e propria rifondazione sarebbe stato difficile ripetersi. Ora, però, non ha saputo dire di no alla chiamata di Florentino Perez, che gli ha promesso una rivoluzione. A giugno il Madrid andrà forte sul mercato, venderà qualche giocatore ormai logoro e si rifarà il look con la regia di Zinedine Zidane, ora chiamato a ricostruire la Casa Blanca.  
 

 
Look casual. Jeans, camicia bianca e giacca verde, Zizou torna a casa dopo 284 giorni di “ferie accumulate”. «Non sono andato lontano, sono rimasto a vivere qui a Madrid» scherza alla presentazione nella sala stampa del Bernabeu: «So che è un giorno speciale per tutti e sono molto felice, questo è ciò che importa. Sono qui per portare questo club dove merita».  
 
Poi il francese spiega i motivi delle sue dimissioni dopo l’ultima Champions. «Me ne sono andato perché ne avevo bisogno. In quel momento anche il Real Madrid aveva bisogno di un cambio. L’ho fatto per il bene di tutti. Ora ora ho ricaricato le batterie e ho deciso di tornare perché mi ha chiamato il presidente. Non potevo dirgli di no. Voglio bene a questo club e ho detto di no ad altre proposte». Tra le ipotesi c’era anche quella di un suo approdo alla Juventus.  
 
Da queste parti, visto il rientro di Zidane e a proposito di Juve, si sogna un altro grande ritorno, quello di Cristiano Ronaldo. «Ne parliamo il prossimo anno - continua -. Tutti sanno cosa ha rappresentato Cristiano per il Real Madrid, ma ora devo pensare alle prossime 11 partite di campionato». Il francese era la prima scelta di Florentino Perez, che così ha calmato le acque e accontentato una buona parte dei tifosi che chiedevano l’esonero di Solari e il ritorno di Zizou. 

Zidane ha detto inizialmente no, come Mourinho, che avrebbe accettato solo partendo da giugno e con un progetto tecnico ben definito (e da lui gestito). Il francese, però, alla seconda chiamata di Perez ha ceduto. Ha firmato un contratto per i mesi che portano alla fine del campionato e per le prossime tre stagioni (2022). Ritorna dunque nel club che lo ha acquistato da giocatore nel 2001 e in cui giocano i suoi tre figli (Enzo, Lucas e Theo). Oggi riprenderà in mano la squadra a Valdebebas e debutterà, per la seconda volta, sabato pomeriggio (16.15) contro il Celta Vigo al Bernabeu.