VERSIONE MOBILE
 Sabato 25 Ottobre 2014
EDITORIALE
CHI SARÀ IL CAMPIONE DEL MONDO DI FORMULA 1 - 2014
  
  
  
  
  
  

EDITORIALE

Finisce l'era di Derek Fisher ai Lakers... ciao Fish!

16.03.2012 12:17 di Roberta Zambianchi  articolo letto 10755 volte

“Una vita da mediano con dei compiti precisi a coprire certe zone, a giocare generosi, lì sempre lì, lì nel mezzo…” così canta Ligabue nella sua “Vita da mediano”, e proprio lì nel mezzo, su quel parquet ha diretto “l’orchestra” per 13 anni, Derek Fisher, il “mediano” dei Lakers, il regista, il capitano. 1,85 metri di puro talento, mancino naturale, D-Fish, non si è mai "fatto notare" per punti record o premi individuali da capogiro, ma con i suoi assist invidiabili, la sua tenacia, la sua grinta e quella mano sinistra così sempre calda – soprattutto da 3 e soprattutto nei momenti decisivi – si è conquistato i tifosi gialloviola che insieme all’amico Kobe, l’hanno sempre definito la bandiera dei Lakers. Un giocatore troppo generoso verso i suoi compagni di squadra per poter diventare una vera stella NBA e con un talento troppo grande per poter essere considerato un mediocre, insomma uno che anche in carriera è rimasto quasi sempre “lì nel mezzo” in quel limbo tra l’essere una vera star e un perfetto modesto, pur avendo vinto – tra le altre cose – 5 titoli NBA con i suoi Lakers ( 2000 – 2001 – 2002 – 2009 – 2010). Così, dopo la prima parte di stagione 2011-12 non brillante D-Fisher se ne va agli Houston Rockets, lasciando la Sua squadra con la quale ha vissuto dal 1996 al 2004 e dal 2007 al 2012. Sarà strano per i tifosi gialloviola vedere il “piccolo 2” con un’altra maglia che non sia quella dei Lakers, e quando se lo troveranno di fronte come avversario potranno solamente dirgli  “ Thanks for all you’ve done Fish”, già grazie davvero Fish, ci mancherai.


Altre notizie - Editoriale
Altre notizie
 

ITALIA, DAI CHE CI SIAMO!

di Filippo Ungarelli Da sempre l'Italia si sveglia solo quando conta e molto raramente gioca bene amichevoli o le partite 'facili' (Malta, Azerbaigian). La nostra nazione è forse un paese piccolo e mediocre in tante cose, ma nella storia, nella cultura,...

FINISCE UNA STORIA FATTA DI PASSIONE

di Filippo Ungarelli Finisce una storia, un'avventura fantastica, terminano sei anni indimenticabili. Da qualche...

NICOLÒ, UN BALL BOY TRA I BIG DI UN TEMPO

Prima Genova, venerdì sera, poi il Forum di Assago sabato pomeriggio  ha visto andare in scena "La Grande...

VALENCIA, FOGNINI CEDE A MURRAY

Andy Murray batte Fabio Fognini al secondo turno del torneo Atp di Valencia (veloce indoor, montepremi di 1.496.095 euro). e...

SUPERCOPPA A MACERATA

La Cucine Lube Banca Marche Macerata , campione d'Italia del volley 2014, ha vinto la Supercoppa, il primo trofeo...

EUROLE, IL BARCA PASSA A MILANO

Nella seconda giornata di Eurolega, il Barcellona passa Al Forum di Assago, suèperando l'Olimpia Milano per...

SCHUMI, 1-3 ANNI DI RIABILITAZIONE

ll dottor Payen,responsabile del reparto di rianimazione dell'ospedale di Grenoble, ha dichiarato a Rtl che la...

MALESIA, PEDROSA PRIMA DELL'ACQUA

E' di Daniel Pedrosa su Honda il miglior tempo della giornata di prime prove libere del Gp della Malaysia di Motogp. Lo...
   24 ore di sport Norme sulla privacy   

Utilizzo dei Cookie

CHIUDI
Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo
memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.
Clicca qui per maggiori informazioni.