In serie A è boom di abbonamenti. Inter e Milan guidano il gruppo, Juventus e Roma...

La Serie A cresce e il dato è chiaro: sino a ieri sono state emesse 282.683 tessere dai venti club dell’attuale Serie A
06.09.2017 08:23 di Riccardo Fusato   Vedi letture
Fonte: Gazzetta dello Sport
© foto di Daniele Mascolo/PhotoViews
In serie A è boom di abbonamenti. Inter e Milan guidano il gruppo, Juventus e Roma...

La Serie A cresce e il dato è chiaro: sino a ieri sono state emesse 282.683 tessere dai venti club dell’attuale Serie A. Le campagne proseguono quasi ovunque, ma è già stato superato il totale di un anno fa, quando ci si fermò a 251.895. Entrando nel dettaglio, la Juventus è a quota 29.200 abbonati ma il vero boom lo ha fatto il Milan che è arrivato a quota 31.000. Che sia merito dell’Europa riconquistata? Dei primi gol? Delle «cose formali»? Per chiudere i conti ci sarà tempo fino al 14 settembre, ma quel che c’è sul tavolo basta: i tabellini dello scorso campionato, alla voce «abbonati», registravano 16.441 anime. Non occorre calcolatrice per notare la differenza. L’Inter non ha comunicato dati ufficiali: secondo una stima sarebbe a 31 mila. Senza coppe ma con uno Spalletti in più, avrebbe registrato una crescita di circa il 10%. E insomma, al netto di ufficialità o meno, «Milan l’è on gran Milan. A Roma, poi, c’era il timore che l’ultimo pallone lanciato verso la Curva Sud da Francesco Totti – quello con su scritto «mi mancherai» - avrebbe potuto generare una sorta di «horror vacui». Scettici smentiti. Ai 19.022 abbonati 2016 se ne sono aggiunti quanti bastano per superare il tetto dei 20 mila. Roma terza. E anche qui, come per il Milan, si andrà avanti sino alla fine della prossima settimana. Capitolo a parte merita l’altra famiglia che abita l’Olimpico. Se lo scorso anno Lotito si ritrovò in giro per Roma a citofonare – in buona compagnia di Immobile, Parolo, De Vrij e altri – ai soli 11 abbonati del primo giorno, quest’anno è andata meglio. I fedelissimi sono circa 10 mila (ancora non ufficiali), il doppio del dato finale 2016.