La strada sembra tracciata: Inter e Milan lasciano S.Siro. Il sindaco di Milano...

27.03.2019 10:48 di Riccardo Fusato   Vedi letture
Fonte: corriere dello sport
© foto di PhotoViews
La strada sembra tracciata: Inter e Milan lasciano S.Siro. Il sindaco di Milano...

Ristrutturare lo stadio di San Siro comporterebbe dei costi più o meno pari a costruirne un altro: questo il pensiero comune di Inter e Milan, riguardo la possibilità di un trasloco. Meno capienza, rispetto ai circa 80mila posti attuali, ma più ricavi fatti di una struttura all'avanguardia. Un'accelerata all'idea di abbattere lo storico impianto milanese, e sarebbe una svolta epocale, per far sorgere una nuova casa del calcio rossonerazzurro nell'area dove attualmente ci sono i parcheggi. L'idea di ammodernare lo stadio è stata accantonata: un cambio di rotta che – se tutto fosse fatto entro i tempi – impedirà per poco allo stadio Meazza di festeggiare il centenario dalla propria inaugurazione, che cade nel 2026. Il Milan ha spinto per uno stadio nuovo, trovando poi la fattiva collaborazione dell'Inter. Ma ci vogliono un paio di mesi per presentare il progetto al Comune. Diciamo a bocce ferme, al termine di questo campionato: le due società stanno facendo fronte comune, la linea è tracciata. 
 
L'Inter, in un primo momento, era intenzionata a demolire soltanto il terzo anello. Un restyling che avrebbe inglobato ristoranti e area commerciale all'interno dello stadio. «Ribadisco la mia posizione: preferirei che si lavorasse su San Siro»: Beppe Sala, sindaco di Milano, ieri sera si è espresso così a margine del tavolo del Design promosso dal Ministero dei Beni Culturali. «Io non ho fretta ma vorrei che venissero da noi con una proposta chiara. Io sono affezionato a San Siro, però da sindaco devo dire che è un problema solo di rispetto delle regole. Se le squadre temono di dover giocare in un cantiere mentre c’è il campionato e preferiscono un progetto diverso, sanno quali sono i limiti a livello di edificazione. A me, ad oggi non risultano vincoli su San Siro. È chiaro alle due società, come a noi, che uno stadio senza ulteriori sviluppi è difficilmente sostenibile». 

Mentre i due club milanesi sono allineati in questo senso: lo ha confermato anche l'ad interista Antonello lunedì. «Milano ha bisogno di uno stadio all'altezza delle principali città europee, l'impianto di proprietà è fondamentale per crescere e i tempi sono maturi». Rassicurazioni sparse, laddove quello di procedere insieme – tra Inter e Milan – è stato già un passo avanti. Un punto di contatto che, tuttavia, affinché il progetto prenda corpo, richiede ancora del tempo. Ovvero stabilire cosa ne sarà dell'area attorno allo stadio: mettere al lavoro architetti, stilare idee sostenibili a livello ambientale. Percorso elaborato, ma a Milano mai come in questo momento hanno messo la freccia verso uno stadio nuovo.  

MILANO - 17/03/2019 - CAMPIONATO DI CALCIO - SERIE A - DERBY - MILAN - INTER - GOL BAKAYOKO - FOTO DANIELE MASCOLO/PHOTOVIEWS © foto di Daniele Mascolo/PhotoViews