Mercato Inter: sarà decisiva la qualificazione in Champions. Dopo Godin...

06.03.2019 08:41 di Riccardo Fusato   Vedi letture
Fonte: corriere dello sport
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Mercato Inter: sarà decisiva la qualificazione in Champions. Dopo Godin...

el mercato nerazzurro per la prossima stagione c’è già una certezza: Godin. Con il centrale uruguayano, in scadenza di contratto, è già stato definito tutto: si legherà all’Inter fino al 2022 e guadagnerà 5,5 milioni a stagione, con l’aggiunta dei classici bonus. Di fatto, Godin andrà a prendere il posto di Miranda, destinato a partire. Con Skriniar e De Vrij andrà a formare una batteria di centrali di livello assoluto, tanto più che il club nerazzurro, a meno di offerte clamorose, non ha in mente di cedere lo slovacco, con cui è già stato definito il rinnovo. A seconda di quando firmerà, scadrà nel 2023 o nel 2024. Resta da capire chi completerà il reparto. Si è raffreddata la pista Andersen (Sampdoria), che avrebbe finito per trovare poco spazio e che ora guarda la Champions, mentre non è scontato un ritorno alla base di Bastoni, a cui potrebbe essere più utile un altro anno di pieno utilizzo, come sta già avvenendo al Parma. Come 4° o 5°, non è da escludere una conferma di Marotta. 

Al di là di Godin, però, le grandi manovre nerazzurre sono ostacolate dall’incertezza tra Champions ed Europa League. In quale competizione europea giocherà l’Inter l’anno prossimo? Vista l’evoluzione della classifica è un quesito a cui non è possibile rispondere, ma resta fondamentale per stabilire la “potenza di fuoco” del club per il prossimo mercato. Senza Champions, infatti, in corso Vittorio Emanuele dovrebbero fare a meno di circa 60 milioni come ricavi. L’idea di base è quella di aggiungere personalità e mentalità vincente, e in quest’ottica l’ingaggio di Godin è perfetto, ma è chiaro che senza la principale vetrina europea diventa complicato attirare giocatori di alto profilo. E, infatti, non è stato possibile battere la pista Rakitic, nel momento in cui il croato è stato proposto dai suoi agenti. Evidentemente, se ne riparlerà quando il destino nerazzurro sarà definito. E sempre che Rakitic confermi il proposito di lasciare Barcellona. Il discorso, peraltro, vale pure per Modric e Kroos. 

 Il finale di stagione servirà anche per definire il futuro degli elementi in prestito con diritto di riscatto. Vrsaljko, di fatto, è già stato restituito all’Atletico Madrid, mentre la buona stagione di Politano dà quasi per scontato il suo acquisto a titolo definitivo dal Sassuolo. L’infortunio, invece, ha frenato Keita proprio nel momento in cui si stava prendendo la scena. Nulla da dire su atteggiamento ed etica, ma servirà comunque uno sprint per convincere l’Inter a investire 34 milioni. A meno che, ovviamente, il Monaco non conceda uno sconto. Difficile, infine, il riscatto di Cedric, con l’Inter che è tornata a pensare a Darmian.